Briscola, tutti pazzi per l’antico gioco di carte

Giocare a Briscola è divertente e rilassante

Divertente, ingegnoso, affascinante, il gioco della Briscola è senza dubbio uno dei più richiesti in rete. Si tratta di un gioco molto antico le cui origini sono molto discusse: per molti la Briscola ha origini italiane, ma per altrettante fonti il gioco sarebbe invece nato in Olanda alla fine del XVI secolo, quando i marinai che viaggiavano verso le indie olandesi passano il tempo giocando a carte. Le supposizioni vogliono che la Briscola sia poi arrivata in Francia dov'è conosciuta come Brusquembille, da cui sarebbe nato il termine "Brisque", che letteralmente significa gallone (dal nome dei soldati francesi che un tempo giocavano a carte).

Dall'antichità questo entusiasmante gioco di carte è arrivato fino ai giorni nostri: sappiamo tutti quanto, dopo pranzi e cene di famiglia, una partita di Briscola sia assolutamente d'obbligo; anche nei bar o nei centri anziani la Briscola è molto diffusa, dove viene giocata anche la Briscola del Bridge come su www.briscola-online.it.
Oltre a quella classica, anche la Briscola online è molto in voga e i siti specializzati nel settore, che offrono piattaforme senza registrazione e completamente gratis, sono sempre più cliccati: sono davvero milioni gli internauti che amano rilassarsi davanti al proprio pc facendo una partita di Briscola online, giocando contro il computer o sfidando i propri amici con la Briscola multiplayer.


Le carte da Briscola
Analizziamo nel dettaglio quali sono le carte da Briscola e che valore hanno

Come si suddividono nel dettaglio le carte utilizzate nella Briscola? Per essere un bravo giocatore è di primaria importanza sapere il valore delle carte che potranno capitare tra le proprie mani. Le carte da Briscola sono in tutto 40 e vengono divise in quattro semi, ovvero mazze, coppe, spade e oro. Nello specifico l'asso è la carta che vale di più con i suoi 11 punti, poi c’è il tre che ha un valore di 10 punti, il re 4 punti,  il cavallo 3 punti, la donna 2 punti mentre i cosiddetti "scartini" o "lisci", ovvero il sette, il sei, il cinque, il quattro e il due valgono zero.